In un paiolo a bagnomaria mettete il miele e farlo bollire; incorporate albumi battuti a neve soda e nonappena il composto si rompe facilmente ritiratelo dal fuoco.

In un casseruolino cuocete lo zucchero con poca acqua fino a portarlo a caramello (prima che colorisca), vuotatelo nel composto sul fuoco senza smettere di girare, aggiungete mandorle, nocciole, pistacchi, mantenuti al caldo in forno, girate rapidamente una ultima volta. Versate il composto in placca o altra forma che avrete foderato con ostie. Pressate bene e lasciate raffreddare per alcune ore, infine tagliare a stecche.

Si consuma tutto l’anno, ma generalmente a Natale; si può mangiarlo tagliato a scaglie (attenzione ai denti) o tagliato finemente come aggiuntivo per preparazioni al torrone, assieme alla crema pasticcera, alla panna montata, amalgamato con meringa rotta con panna montata, per farcire torte (pan di spagna), con gelati e dolci al cucchiaio (panna cotta).
La variante morbida al cioccolato si ottiene facendo fondere il cioccolato fondente o al latte, ridotto in pezzi, nella casseruola in cui avete fatto sciogliere l’ acqua e lo zucchero… potete in questo caso aggiungere la frutta secca preferita dai bimbi: le nocciole saranno senza dubbio le preferite, ma anche i pistacchi danno un tocco di originalità anche alle merende dei più cresciutelli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *