Farina noce moscata salvia rosmarino sale pepe olio.
Per il ripieno: mescolate la carne macinata, le salsicce spellate e sbriciolate con le uova, il parmigiano grattugiato, sale, pepe e noce moscata.

Unire metà pancetta a dadini, le prugne snocciolate, le mele a dadini, le castagne lessate senza pelle e le interiora del tacchino a pezzetti.

Amalgamate l’impasto con un po’ di vino bianco secco e riempite il tacchino disossato. Cucite l’apertura e legate tutto con dello spago da cucina.

Fate un soffritto con la pancetta, la salvia e il rosmarino. Mettete a rosolare il tacchino farcito e salato. Bagnatelo con un bicchiere di vino bianco secco e continua la cottura per almeno due ore a fuoco bassissimo e a recipiente coperto, bagnandolo di tanto in tanto con acqua in aggiunta al fondo di cottura.

Quando è pronto, togliete lo spago e sistematelo in un piatto. Aggiungete al sugo un cucchiaio di fecola di patate mettendone un po’ sul tacchino e il resto in una salsiera.
Un consiglio: il ripieno del tacchino varia secondo le diverse tradizioni e secondo il piacere. Al posto della salsiccia e della pancetta si può utilizzare il prosciutto, a volte si accompagna con una salsa di pane e latte molto gustosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *