Piccola raccolta di poesie sul Natale.

Ecco una breve raccolta delle poesie più belle sul Natale:

SPLENDE ANCORA
C’è un albero addobbato in casa mia, scintillante di luci e di colori. Ma c’è tanto, tanto buio fuori: sofferenze, dolori… dolori a non finire. Ma nella notte fredda splende ancora, dopo due millenni, o mio Signore, una cometa sulla Tua capanna: una cometa che alla Pace invita, una cometa che verso Te ci guida.

NATALE TUTTO L’ANNO
Se comandasse il pastore del presepio di cartone sai che legge farebbe, firmandola col suo bastone? “Voglio che oggi non pianga nel mondo un solo bambino, che abbiano lo stesso sorriso il bianco, il moro, il giallo.” Sapete che cosa vi dico, io che non comando niente? Tutte queste belle cose accadranno facilmente. Se ci diamo la mano, i miracoli si faranno, e il giorno di Natale durerà tutto l’anno.NATALE Quel lieve tuo candor, neve, discende lieto nel mio cuor. Nella notte santa il cuor esulta d’amor. “E’ Natale ancor”. E viene giù dal cielo, lento, un dolce canto ammaliator che mi dice: “Spera anche tu… è Natale, non soffrir più”.

NATALE OGGI
Natale… Traffico… Zampognari… Gente che va… Gente che viene. Angoli lucenti per le vie. Tanti dolci. Desideri di bimbi. Vacanze in montagna. Cibi in abbondanza. E Gesù…? Nasce sempre solo, in una grotta.

CANTILENA DI NATALE
Stava dentro alla capanna Maria figlia di Sant’Anna, e mirando il suo bel Sole, Gli diceva queste parole: “Dormi, dormi, o cuor di mamma! Fai la ninna e fai la nanna! Dormi, o figlio tenerello, dormi, figlio vago e bello. Chiudi, chiudi lumi santi, le tue stelle fiammeggianti! Dormi, dormi, o cuor di mamma! Fai la ninna e fai la nanna! Vedi su dall’Oriente tre corone risplendenti? Porteranno per ristoro mirra, incenso e un dono d’oro. Bacio, o figlio, la tua mamma! Non più ninna non più nanna” Laudi toscane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *