Si sono presentati in più di 300, decisi ad apprendere tutti i segreti per diventare i fidati aiutanti di Babbo Natale: peccato che i posti a disposizione della prima Scuola italiana di Santa Claus, che ha aperto i battenti oggi a Noventa di Piave, nel veneziano, siano solo 40.

Un corso di un mese e mezzo, con lezioni teoriche e attività pratiche come il confezionamento dei pacchetti-regalo, avviato dall’associazione no profit ‘Magico Natale’, contando sulla collaborazione dell’Accademia di Babbo Natale di Rovaniemi, in Lapponia, l’unica ad avere la titolarità del marchio. “L’idea non è quella di diplomare replicanti del barbuto personaggio natalizio vestito di rosso, che spuntano a decine nelle città a dicembre – puntualizza Ketty Amadio, responsabile del progetto – ma veri aiutanti di Babbo Natale, che dovranno imparare tutto sulle credenze legate a Santa Claus e sulla storia degli elfi, ma anche su come si accudisce, in concreto, una renna”.

Requisiti indispensabili per accedere al corso: essere maggiorenni, avere ‘buoni pensieri’, amare i giochi e saperci fare i con i bambini. I 40 diplomati saranno impiegati nei due villaggi di Natale che saranno aperti a breve proprio a Noventa di Piave.
Fonte: Ansa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *