Il Natale è ogni anno sempre meno un mistero e sempre più una festa, l’ennesima festa occidentale da riprendere e festeggiare all’insegna del consumo e del profitto. L’atmosfera natalizia si sente, si vede, e non è solo freddo e fiocchi di neve: gli addobbi esterni e interni di supermercati e alberghi, ma anche dei palazzi pubblici, superano di gran lunga quelli di molte città italiane ed europee, non solo per quantità, ma anche per qualità e fantasia; un vero spettacolo, ma poi dopo la Befana però si dimenticano di spegnere e smontare tutto, e ad agosto trovi tutto ancora acceso e sfavillante. E’ la Cina. La gente non si da gli auguri per strada, non ci sono le file ai negozi di giocattoli per bambini, zero periodi di vacanza previsti, il 25 dicembre è un giorno di lavoro come gli altri; il giorno di Natale in Cina.

Il Natale è una festa che viene dall’estero e per i cinesi assume un aspetto molto religioso. All’inizio del XX secolo alcuni missionari e studenti venuti da fuori hanno introdotto il Natale nel paese. Alcuni cinesi l’hanno fatto proprio e deciso di festeggiarlo. Questi gruppi si trovavano perlopiù nelle città sulla costa e in altre città grandi o minori.

La vigilia di Natale cenavano con amici o in famiglia, cantavano canzoni di Natale, ballavano, e i credenti andavano in chiesa per la messa notturna. Ognuno faceva un po’ come preferiva. Le attività e le decorazioni delle case erano sostanzialmente di stile straniero. La rivoluzione culturale ha posto fine a tutto ciò. Solo dopo la politica di riforma e apertura, il Natale è tornato a far parte delle tradizioni della società cinese. Da circa il 1980 fino ai giorni nostri, il numero di persone che festeggia il Natale e l’anno nuovo è andato crescendo.

Ma il Natale non rappresenta più unicamente la festa tradizionale degli stranieri. In Cina son sempre più le persone che gli danno importanza. Ad esempio i commercianti fanno dei saldi, le vetrine attirano più sguardi, ci sono delle pubblicità dappertutto e tutti i luoghi di divertimento propongono un programma natalizio. In questo modo tutti guadagnano un po’ di più tra Natale e l’Anno Nuovo.

Naturalmente si decorano gli alberi per strada. Alcune famiglie appendono delle decorazioni natalizie sulla porta d’entrata o alle finestre, ma con l’aggiunta di motivi cinesi. Si mangia un pasto cinese, che non varia molto da quello abituale, ma magari con un’insalata in più. Le citta’ cinesi ,le piu’ importanti,si vestono di luci multicolori e di abeti addobbati con doni,lampade e palle colorate.la Cina in questi ultimi anni e il piu’ importante produttore mondiale di luci e addobbi natalizzi. Il 25 Dicembre, la vita in Cina si svolge normalmente, infatti è un giorno lavorativo come tutti gli altri.Gli addobbi in questo periodo si estendono,ai negozzi,alle case degli abitanti, e ai palzzi pubblici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *