Il Natale è anche musica per le strade, Babbi Natali col panciotto e la barba bianca, le foto con i più piccoli, alcuni incuriositi altri spaventati dall’omone rosso. Dalle finestre, ed aldilà della tenda, trapela un’intermittenza di luci colorate che seguono un loro ritmo e cadenza, gli alberi carichi di fiocchi e palline, alcune realizzate artigianalmente.

La decorazione dell’albero impegna un pomeriggio e ci si dedica con grande cura guardando più volte da vicino e da lontano quale sia l’effetto che ne vien fuori. C’è chi ama fare i presepi e c’è chi non può fare a meno di averne uno di quelli della tradizione natalizia direttamente dalla via dei Presepi di Napoli. Quanti personaggi, il taglialegna, il mugnaio, il falegname, l’artigiano, la donna che lava gli abiti al torrente, quanta poesia intrappolata in quello scenario. Tanta tradizione ed arte associata al Natale, molte mani laboriose hanno realizzato grandi cose per onorare la natività. Basti solo pensare quanti presepi, famosi, viventi e non , esistono in tutta Italia, sarebbe bello fare un tour a più tappe per poterli vedere in buona parte se non tutti.

Molte volte più che una visita al Presepe par di andare in pellegrinaggio per la tanta gente in fila. Un’atmosfera che ha del vecchio ma che ama rinnovarsi di anno in anno, riproporre gli appuntamenti e i ritrovi familiari, la gastronomia tipica che di Natale in Natale si onora sulle tavole. E che onore poter assaporare quelle pietanze e dolci a braccetto col periodo neanche fosse stato sottoscritto un contratto. Ci sono delle cose che non potremmo immaginare senza associarvi dell’altro. Bè al Natale possono essere associate numerose immagini, ma di sicuro fin da bambini la normale associazione sarebbe stata Natale – pacchetto regalo. Un’attesa, quella dello scarto dei regali, che non è solo dei più piccoli, perché in fondo piace a tutti fare un regalo e ricevere piccoli pensieri frutto di riflessioni, ricerche, comparazioni, scelte tra più opzioni valide.

Gli adulti non scrivono più la letterina a Babbo Natale, perdendo, così, un po’ di quell’attesa, del sapore di veder soddisfatto un desiderio, un gioco preso di punta da tempo infinito che diviene concreto quando è tra le mani. Forse non i giochi, ma sono tanti i doni che possono rendere felice un adulto quasi quanto un bambino. Ogni Natale vogliamo far sentire speciale una persona a cui vogliamo bene. Ed allora per la nostra amica Roberta che ama fare sport all’aria aperta, scoprire posti nuovi ed inoltrarsi lungo sentieri che rendano sempre più forte e stretto il contatto con la natura, un’esperienza outdoor sarà un regalo speciale.

Adatto a lei che si proietta in un mondo verde ed arioso anche quando è costretta tra le mura di un ufficio… Nostra nipote Monica è così vitale ed espansiva, una bimba piena di gioia da contagiare anche te nei giorni neri in cui il lavoro è come un macigno sulle spalle, tutt’altro che piacevole. Vogliamo regalarle qualcosa di speciale per mantenere vivo in lei sempre questo spirito e perché, in compagnia degli amichetti di scuola, possa muoversi libera e festosa. Cosa di più liberatorio per un bambino di una festa bambini animazioni? Se poi c’è un compleanno da organizzare, la festa ha una ragione in più per essere speciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *